L’INGREDIENTE SEGRETO E’…

Più le cose si fanno complicate, più tendono a complicarsi! Si tratta di una frase fatta ma sempre, troppo, attuale, reale e, quando parliamo di affrontare una malattia degenerativa come una demenza, assistendo in casa un nostro familiare anziano, è vera in tutti i sensi!

Da un lato, l’aggravarsi della malattia che, deficit dopo deficit, determina per il nostro caro, un effetto a cascata anche su quelle abilità e autonomie ancora mantenute (che ahimè vengono comunque a perdersi troppo presto); dall’altro lato ci siamo noi.

Noi, familiari dal gravoso e arduo compito di prenderci cura di una persona malata e che, al pari del tanto amore donato, spesso in cambio ne ricevono solo tanta solitudine. E quando le nostre relazioni e il supporto ricevuto da esse viene meno, il nostro equilibrio psicofisico viene intaccato: il tono dell’umore si abbassa progressivamente, mentre l’ansia e l’insicurezza aumentano.

L’ingrediente segreto per mantenere un equilibrio psicofisico, specialmente quando ci troviamo ad affrontare situazioni difficili, è quello di ritagliare sempre uno spazio per noi stessi e per coltivare le nostre relazioni.

E’ ormai indiscusso a livello scientifico, oltre che a livello di esperienza quotidiana di tutti noi, che, le persone che riescono a mantenere solidi legami di amicizia, affetto e amore, sono più felici, hanno meno problemi di salute e sono più resistenti alle situazioni stressanti, rispetto a chi invece conduce una vita più solitaria.

Ma come fare a coltivare le relazioni in situazioni così particolarmente gravose, dove spesso non abbiamo neanche il tempo di svolgere le operazioni più elementari della nostra giornata? Come trovare la forza e il tempo da dedicare a noi stessi!

Scopriamolo insieme!

 

Condivisioni 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *